Memorie di una geisha, Arthur Golden

Chiudi gli occhi e immagina di essere in Giappone.

Leggere “memorie di una geisha” è un’esperienza personale direbbe kenzaburo Oe.

Se qualcuno mi domandasse se si può sognare il Giappone attraverso un libro, gli risponderei di sì: “Memorie di una Geisha” è un sogno ad occhi aperti.

Al tempio c’è una poesia intitolata “la mancanza”, incisa nella pietra. Ci sono tre parole, ma il poeta le ha cancellate. Non si può leggere la mancanza, solo avvertirla.

51dom4dyhql-_sx322_bo1204203200_In un Giappone alle porte della prima guerra mondiale, si svolge la vicenda della piccola Chiyo, cresciuta insieme alla sorella Satsu in un villaggio di pescatori, accanto a loro, i genitori. La madre, molto malata, sarà la causa della vendita delle due bambine da parte del padre che le destinerà ad una casa per geisha a Kyoto. Ma nessuna storia è divertente se tutto scorre, quindi Golden farà in modo che Satsu, sorella maggiore di Chiyo, finisca in un bordello e la nostra protagonista in un Okiya (una casa per geisha).

Da qui in poi sarà un susseguirsi di tentativi da parte della protagonista di trovare la sorella maggiore e nonostante ad un certo punto sembra che le cose vadano per il verso giusto, proprio la sera in cui Satsu scapperà per raggiungere la sorella ritrovata, una brutta caduta da un tetto, la costringerà a rimanere nell’ Okiya e le separerà per sempre…

Il romanzo presenta diversi personaggi alcuni complessi anche, dall’antagonista Hatsumomo, splendida geisha che teme la piccola chiyo fin dal suo arrivo (forse per i suoi occhi chiari?) alla fedele e famosissima geisha Mameha che l’aiuterà a sbocciare in tutta la sua bellezza di artista.

In seguito ad un incontro fortuito con quello che sarà l’amore della sua vita “il Presidente”, Sayuri (nome assunto da Chiyo una volta diventata geisha) troverà uno scopo nella vita e non senza fatica lavorerà per diventare una geisha, solo per poter rivedere “quell’ uomo che sulle rive del Sunagawa vedendo una bambina piangere, le aveva offerto un cono di ghiaccio gelato”.

Il romanzo è ricco di competizione, voglia di amare ed essere amate, quella voglia che comincia per disperazione ed infine diventa consapevolezza. Golden è un maestro nella narrazione, mi sono trovata a sognare e a divorare questo libro in pochissimi giorni; le atmosfere giapponesi sono descritte in maniera così delicata, il sapore del libro è così esotico che non può non portarvi lontano.

Arriveremo ad immergerci nella prima guerra mondiale, scopriremo con disgusto quel sapore coatto di un’ occidentalizzazione che si incastrerà a fatica nel pensiero giapponese, saremo cullati dal pensiero e confortati dalla certezza che la nostra forte protagonista saprà cavarsela grazie alle persone che le rimarranno intorno che saranno tenute segrete al lettore fino alla fine del romanzo.

Memorie di una geisha, è uno dei romanzi più belli che abbia mai letto ma le attinenze con la realtà le lascio al nuovo libro della Iwasaki (che nel libro è la piccola Chiyo), vera protagonista di questa storia, dove è spiegata in maniera più veritiera la vita che conduce una geisha. (A causa della scarsa attinenza con la realtà dei fatti narrati da Golden, e della rivelazione del nome della sua informatrice (che aveva promesso di non citare per una questione legata alla segretezza delle informazioni) la Mineko intenterà una causa contro Golden e la vincerà).

Infine, un piccolo memorandum.

La parola “geisha” non ha plurale, dire: le geishe è sbagliato, si dovrebbe dire: le geisha.

Romina

Le immagini di questo articolo sono tratte da Google.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...